Volontà - Anno I - n. 1 - 1 luglio 1946

Questo gmpp-0 di pro11agamltt lw stampale i11 /JOChi mmi molte pubblica:io11i mwrchic/,e. i11 ,wa forma viun ed attrartiva che 11e ha assicttrt110 la larg11 ,Ii(Ju.sione: Al,bU,mo tutti mollo (la impamre tfoFfi errori e dalk i11s11f/icie11:edel passato. 1 lb– bit:mo vi.sto che gravi dege11crn::io11i_ situ,o. stele 1le1erm.irrnte dnll'uso di. metodi eslranei ai priucir,ii fo1ufome111ali tlelt'n,wrchismo, i t11wl.i 11or1sono fomfoti su dogmi ma sulla 11ratic1t realtù. Gli esperimenti. di 1,arlameriu,rismo. dì allew1:e 110liticl1e. di opporUt• 11i.smo e di ,,'a:;io,wlismo 110,1 /rnmw ttrni giovr.to al, movimento.· A11:i, essi l1am10 .w:m1,;e co11dotto 1illn dis1wi-011c ed oll'it1tlel,ol·i,;,c,uo della nostra i,, (lu.en :a- . , Q11af1111quesfo la forma 11sswua dalla nostra ouitiiui e d!ll!a 11ostr(I prof)(lgamfo. r,,. ,wrchismo r:i. deve resu,re come fmulamentale. Abbiamo co11stauito troDpo spesso come l'anarco-simlact:lismo si è i.1ulebol-i10 ea' I,a, fallito, percliè si svil111>pava ·sul piano di ww ~ura lotta i11dwitriale che perdeva di l'Ìsta fu ben ,leÌi11i1a mèta di una società anarcliica. Q,wsto fine ileve cleterminare i nostri mezzi.: la forza reale dell'cmarco-sf.ndac(llismo <Ii– pende tlal ric.011oscime11to della 11ecessitù delt'l/lwrc.11ia con-r.e wui vlllc11te realtà. sociale. In 8ri1a1111ia il movime11to w1arco-si11dacalismo 11011- è mai stt:t-0 forte; alcuni ,lei suoi migliori capi del passato vennero inganrKlli dalle promesse che· sembravÒ desse l'orsa• 11l:-zazi-011e bolscevica eii"nUa /i11e si trovarorw·spesso corrotti, in q1iellc: protiro, come plire molli m.ilitallli -0perc,i. Molti altri più fordi si assicuroro110 !numi posii. nelle Trade U– nions 11/ficiali. Noi o'ra contiamo di ricostruire l'influe11::-a ,lell'a11arco·sindacalismo, ma 11011, lavorando nelfintcmo delle Trtule Union.s,,11è alleandoci con i simlaoalisti delle fo. dustrial li11io11s i quali 1 per quanto ai/ivi nel loro lavoro; sono tuttavi<r contrari ai _fini dell'anarchismo. Si trovano sempre dei sindacalisti, nelle Industriai Uni-011sed altro11e, pro11t.i n sfruttare i motti e t'appare11:a e.stenia dell'1111archismo come wi me::-o tem.– pora11eo per oiutarsi negli scopi della loro carriera. Ata,. è S-Ofo ma11te11endoci ben aderenti n.ll 'a11ard1ismo come ni-0tivo cc111rale ,Iella nostrt1 propa_gmula e della nostra ru:i<111e che noi possiamo sperare di trns/ormare la pre.se11te lotta imlustrial:e in u,,arco-simlCJcalismo. lt Moviment-0 nostro è qui aricora n-iodesto, ma sta guadagnando via via .'maggiore influenza. Sfomo ora spccialme111e ansiosi, di cerne11tare i nostri legami co11 il m-0vime11to in 111110 il mondo. I gover11a111i. ciel 11w11(locercm10 di inghiottire sempre più. poj)oli' ,lei loro pesa11tissimi Imperi; cosi Ò11c/1e11oi ,lobbic,1110 oostruire la 11osùa orga11i:w:io11~ s11 bnsi i11ter,w:io11a1i. In Britmrnia, 11oi a11archici 11011abbiamo sofferto persea1:-i-011i co.1:Ìsevere come i 11os1ri comf)(lglli di altri paesi, e perciò re.stiamo assai c,mti nelfoffrire co11sigli e sug– gerime11ti <1 voi che siete r>«ssati t1ltraverw le repressio11i e le torture. Ma vi incitiamo fortemente, compagni, a 111<111te11ervi be11-diri11i comro gli 11llettame11ti di quei politica/lii cc si.,1istri >) i (J11alicer'f'IIIO di 11ers11adercicl1e "vre11u110 molto da guadag,wre da wu: cl~ lea11zt1politica co11 loro. La m,geclia di Spagna, ed i rece11ti gravi avve11ìmc11ti.di Fra11cia. e cl'cl1ri 1,aesi, ci. mostr0110 che la libertù può essere uccisa e la rivolu:io11e schiacciata eia 11m1 re11:io11e di « si11is1ra » altretta11to be!,e come d,, 1111a rea:io11e di « destra ». Og11, alle,111:ll con coloro che co11 la co1u1uista del potere {)-Olitico si trasformemnno i11 c11• stadi dello Stato, serve solo ad imlebolire la nostra i11/lue11:-c., ;,011 gi(l a rinforzctrla . .Da (Juesto vcmtaggioso osserv111orio deUa Brium11ia, che è la ricca sede del co• mamlo di tlll lmpe.ro pt1rt1ssit<lrio, 11oi abbiamo potuto vedere gli eventi i11terrra:io11ali. come cfoll'alto di w,a 11lta mo11tag11a.Tm di 11oi, 11bbiamo il 11esa11tecompito di solle1-·are cd inspirare le masse i.uerti e co11f11se:e fuori del. nostro P<,ese. quello di offrire 11111i i possibili aiuti che possiamo dare al Movimemo. Vi solutiamo, compagni tl'lth.lill. La vigoroS<1 rinascita clel Movimelllo dopo pi,ì di vent'111111i cli repressio11e /<1Scist<1Jestimo11ia tiella vostra fermezu1, e dello for:a immortale dell'anarc/risn-t-0. • ToNY G'insoN

RkJQdWJsaXNoZXIy