Filosofia religiosa di Giuseppe Mazzini - E. Bollazzi - page 9

9'
incombe di lottare per un tal scopo, di operare
per esso, ognuno secondo le proprie forze ed
i
propri lilezzi. Di qui ancora
jl
suo predicare–
e combattere contro ogni dottrina od ogni siste–
ma che tendano ad addormentar l 'uomo e le sue
fac~ltà·
di quì infine l'inalberamento del suo ves–
sillo
c~l
motto:
Pensie1·o e
cl
Azione,
il quale si
eleva all'altezza di un grido religioso, e racchiude
tutto quanto un principio, un concetto filosoficO'
e morale in sè stesso.
Abbiamo detto di un g rido religioso, e non a
caso. La filosofia di :Mazzini deriva appunto da uu
sentimento religioso profondo, da una. credenza
in un supremo fattore della vita, causa prima,
intelligente e r egolat rice di tutto gu anto
l'
uni–
verso. La forma dell'Ente ei non s'immagina n em–
meno di concepirla; ma ei sente la sua potenza e
il suo influsso in tutto ciò che esiste; nel suo petto
come nella storia dell'umanità; nella sfera picco–
lissima che ora le serve di stanza e che noi chia–
miamo terra, come negli spazi interminabili in
cui milioni di mondi rifnlgono e s'aggirano nel–
l'armonia più splendida e meravigliosa.
Nella storia dell' umanità ei vide ehe in ogni
tempo i popoli sentirono il bisogno di elevare la
propria anima all'adorazione di tal cosa che fosse·
all'infuori della loro cerchia materiale e di natura
superiore; ei vide che quel bisogno o sentimento,
chiamato poi religiose-, andò sempre più trasfor-·
ma.ndosi e purificandosi mano mano che l'umanità
s'avanzava d'un grado sulla scala del perfeziona–
mento ; e cha un popolo fu sempre maggiormente–
grande e poten te, quanto più profondamente era.
in lui radi cato e vivo
il
sentimento religioso.
1,2,3,4,5,6,7,8 10,11,12,13,14,15,16,17,18
Powered by FlippingBook