La Nuova Commedia Umana - anno I - n. 8 - 5 marzo 1908 - page 19

17
Ma più si discute e più il sentimento religioso si decompone.
Non è più nel cuore nè delle masse nè delle classi.
divenuto una etichetta di bottega -- della sopravvivenza
erbale -- della metafisica che lascia tutti assiderati.
Il nostro arti-
sta, Gianni Bar-
rella, ha rias-
sunto con la
matita questb
Momento.
I bissolatisti
la vincono sui
cornaggisti, sui
cameronisti, sui
salandristi, sui
santinisti e sui
papisti!
Ai preti non
rimaffgono che
le scarpe della
scolaresca.
Rientrino nel
loro steccato re-
ligioso e lascino
che la laicizza-
zione penetri
nelle scuole sta-
tizzate come
vuole la nazione.
Il regno del
prete è finito.
La religione.
ha detto l'ono-
revole Sacchi,
tende a dimi-
nuire e la mo-
rale ad.elevarsi.
L'affermazione
della verità religiosa per parte dello Stato è un nonsenso.
Signori preti, salute!
1...,9,10,11,12,13,14,15,16,17,18 20,21,22,23,24,25,26,27,28,29,...36
Powered by FlippingBook