Testata sito Biblioteca Gino Bianco
tracce da seguire
Opuscoli mazziniani
Prima guerra mondiale
Andrea Caffi
Nicola Chiaromonte
"L'Unità" di Salvemini
"Volontà"
"politics"
vai all'elenco completo
le carte di Caffi
Quaderni Caffi
Moravia a Caffi
Rosselli(?) a Renzo Giua
Lettere di Faravelli
ricordiamoli
voci da ascoltare
Nicola Chiaromonte ricordato dagli amici
Alex Langer ad Assisi
Vittorio Foa: ricordare
pagine da leggere

fondo Schiavi (biblioteca Saffi, Forlì)
Opuscoli

Libri e opuscoli sfogliabili


Berneri, Camillo

Compiti nuovi del movimento anarchico


Compiti nuovi del movimento anarchicoEditore: L'Impulso Edizioni - Livorno
Edizione: 1955
Pagine: 30
Camillo Berneri (1897-1937) è un giovane socialista nella Reggio Emilia di Camillo Prampolini, quando si dimette dalla federazione giovanile del Partito socialista spiegando in una lunga lettera la sua adesione alle idee anarchiche.
Dopo la guerra vive a Firenze, dove diventa assiduo frequentatore del Circolo di cultura fondato dai fratelli Rosselli, Ernesto Rossi, Piero Calamandrei e altri. Si laurea con Gaetano Salvemini nel 1922, poi nel 1926 è costretto a espatriare in Francia, dopo la promulgazione delle leggi "fascistissime”. Negli anni successivi si impegna nell'attività di studio e propaganda dell'antifascismo in esilio e dell'anarchia, scrivendo molto sui giornali del movimento anarchico e della sinistra democratica e mostrando affinità con il liberalsocialismo di Rosselli e di Salvemini.
Nel 1936 è sul fronte della guerra di Spagna: si reca in Catalogna per organizzare il primo contingente di volontari italiani in Spagna e a Barcellona dirige per mesi il periodico «Guerra di classe»; dalle colonne del giornale segue e commenta le vicende della guerra e della rivoluzione inserendosi vivacemente nel dibattito politico-ideologico di quei giorni criticando i comunisti e accusando di cedevolezza gli anarchici "ministeriali” e di ignavia riformatrice il governo repubblicano. Coinvolto nelle tragiche giornate del maggio 1937 a Barcellona, in cui i comunisti attaccano poumisti e anarchici, è arrestato nel suo alloggio da agenti staliniani e assassinato nella notte fra il 5 e il 6 maggio 1937.
L'eredità politica di Camillo è raccolta dalla moglie Giovanna Caleffi e dalla figlia Maria Luisa. La prima nel dopoguerra fonda a Napoli insieme a Cesare Zaccaria la rivista «Volontà» (leggi qui)
.

Di Camillo Berneri leggi in pagine da leggere
"Invito alla cultura"

da sfogliare

Anche su iPhone, iPad e su smartphone e tablet con sistema Android.
Le pagine non si possono stampare né scaricare, ma si può richiedere l'invio di fotocopie o PDF dei documenti desiderati, previo contributo per rimborso spese.


Riviste sfogliabili

Tempo Presente (64 numeri)
politics (42 numeri)
Volontà (274 numeri)
Giustizia e Libertà (276 numeri)
Il Quarto Stato (30 numeri)
Noi Giovani (6 numeri)
Problemi italiani (24 numeri)
L'Unità (366 numeri)
La Voce (81 numeri)
Pensiero e Volontà (41 numeri)
Studi Sociali (60 numeri)
La Critique Sociale (11 numeri)
Pègaso (54 numeri)
Oggi (5 numeri)
La Critica Politica (46 numeri)
Nuovi quaderni di Giustizia e Libertà (4 numeri)
Lo Stato Moderno (83 numeri)
Aretusa (14 numeri)
L'Acropoli (15 numeri)
La Nuova Europa (67 numeri)
Mercurio (29 numeri)
Fiera letteraria (477 numeri)
Uomo (9 numeri)
Rinascita (171 numeri)
Nuova Repubblica (174 numeri)
Quaderni Piacentini (73 numeri)
Quaderni Rossi (9 numeri)
Quindici (20 numeri)
Lotta Continua (51 numeri)
Bollettino della Commissione nazionale lotte operaie (7 numeri)
il manifesto (16 numeri)
Ombre Rosse (35 numeri)
La Prova Radicale (8 numeri)
Argomenti Radicali (13 numeri)
La Nuova Commedia Umana (34 numeri)
Il Pensiero (176 numeri)
Il Socialismo (70 numeri)
Rivista Critica del Socialismo (11 numeri)
Critica Sociale (881 numeri)
Biblioteca di propaganda per i lavoratori (5 numeri)
Entretiens politiques & littéraires (16 numeri)
La Roma del Popolo (57 numeri)
Storie e storia : quaderni dell'Istituto storico della Resistenza e della guerra di Liberazione del Circondario di Rimini (14 numeri)
ABC - 1968 (46 numeri)
Grand Hotel - 1968 (45 numeri)
L'Espresso - 1968 (52 numeri)

Opuscoli e libri sfogliabili
Vai all'elenco completo